La Forfora : cause,sintomi e rimedi

Written by: admin Date of published: . Posted in bellezza, benessere, cura del corpo, estetica, salute, salute, scuola estetica

La forfora è una patologia del cuoio capelluto, che si presenta macroscopicamente come scagliette bianche e secche alla base del capello.
Normalmente il ricambio delle cellule epiteliali del cuoio capelluto avviene regolarmente e l’eliminazione delle cellule morte come desquamazione dei tratti superiori dell’epidermide si verifica senza problemi, e una modestissima presenza di desquamazione è fisiologica.
Quando però la presenza di squame biancastre e secche è piuttosto elevata, si parla di forfora, che può essere sintomo della dermatite seborroica, che è quindi cronica. La forfora è un fenomeno molto diffuso che provoca imbarazzo e addirittura problemi di autostima in molte persone, tanto che la sua cura può essere importante anche solo per ragioni psicologiche.

 Cause:

-Il ricambio di cellule epiteliali è eccessivo, la desquamazione avviene continuamente e in larga scala, molto spesso il ricambio è talmente veloce che le cellule non ancora giunte a completa maturazione vengono spinte nello strato corneo superficiale;
-Può essere dovuto e accompagnato da secchezza del cuoio capelluto e eccessiva produzione di sebo, quindi un’irregolarità ghiandolare;
-Aumento della secrezione sebacea a causa degli ormoni androgeni, tra cui il testosterone;
-Stress, predisposizione;
-Reazione della pelle a prodotti per capelli come gel o lacca.
-Errata alimentazione.

 i sintomi:
La forfora è composta da scagliette bianche che si ammassano fra loro e che possono avere consistenza cerosa o grassa, da origine a prurito e cute secca. Solitamente si formano nella parte superiore della testa.
Vediamo quanti tipi di forfora esistono:
Lieve, si deve ad un fungo che vive nel cuoio capelluto che ha il nome di Malassenzia, se questo fungo è particolarmente prolifero da origine alla forfora.
Dermatite seborroica, si tratta di una forma più grave di forfora e nello specifico è un’infiammazione del cuoio capelluto che può riguardare anche sopracciglia, orecchie e pelle nella zona di naso, guance e fronte. Il cuoio capelluto si presenta grasso e naturalmente si forma la forfora.
Psoriasi, ovvero la forma più grave della forfora, la pelle è infiammata e prude. La forfora è a scaglie spesse e si presenta con molta frequenza.

Rimedi naturali:

Come eliminare la forfora? Il primo istinto è quello di darci dentro con lo shampoo, ma è un’idea decisamente sbagliata. E’ vero che i lavaggi devono essere frequenti ma lo shampoo non dev’esser né troppo aggressivo né troppo delicato, non fidiamoci di ciò che c’è scritto sopra l’etichetta ma controlliamo il retro dove c’è l’INCI e verifichiamo che non ci siano sostanza chimiche irritanti.

Diversamente preferiamo gli shampoo bio e gli shampoo naturali che si possono fare con la farina di ceci, ma anche con la rucola. In caso di forfora è molto buona la combinazione bicarbonato di sodio impastato con l’acqua, usato come shampoo e poi risciacquo con l’aceto di mele.
Visto che una delle cause è lo stress, un rimedio naturale è il relax, ovvero prendersi delle pause, dormire bene e magari praticare dello yoga.

Un altro buon rimedio naturale contro la forfora è la polpa o il succo di aloe vera. Possiamo applicarlo direttamente sui capelli e massaggiare un po’ perché penetri sia nei capelli che nel cuoio capelluto. Lasciamo agire tra 10 e 40 minuti e procediamo a sciacquare i capelli. Nel cuoio capelluto, l’aloe agisce eliminando i batteri e i depositi di grasso che ostruiscono i follicoli piliferi, essendo efficace nel trattamento della forfora e seborrea le quali, non curate in tempo, portano inevitabilmente alla caduta dei capelli.

In ogni caso è sempre una buona idea farsi visitare da un dermatologo, specie se la cute è infiammata o se si tratta di un caso molto grave.

Trackback from your site.