La Caduta di Capelli

Written by: admin Date of published: . Posted in bellezza, benessere, cura del corpo, salute

La caduta di capelli, fino a un centinaio al giorno per le chiome più folte, va considerata un normale processo fisiologico di ricambio della capigliatura. Crescita, caduta e ricrescita dei capelli, è un ciclo che si ripete circa 20 volte durante l’esistenza di un individuo. In certe persone, in particolar modo di genere femminile, la durata di ogni ciclo può raggiungere i 6 anni.
Fino a quando la caduta dei capelli rientra nei confini di questo ciclo di ricrescita non deve preoccupare e va considerata del tutto naturale.

Per poter risolvere a questo disturbo è opportuno capire in primis se la diminuzione dei capelli ricade nel normale processo fisiologico o se diversamente è una complicazione anomala causata, ad esempio, da problemi della cuoio capelluto o del bulbo pilifero. In questo caso sarà necessario comprendere nel dettaglio le cause e ricercare una soluzione specifica al caso in oggetto.

Caduta di capelli stagionale
Nel corso dell’anno, ed in particolar modo durante i mesi primaverili (aprile-maggio) ed in autunno (da settembre a novembre), si può notare un aumento nella perdita e nella caduta dei capelli. Sia gli uomini che le donne vengono colpiti indistintamente. Ci sono molte teorie alla base di questo fenomeno, ma ancora non si è riuscito a chiarire precisamente le cause delle perdite di capelli stagionali.
Tra le teorie sulle cause della caduta dei capelli più accreditate ci sono:
Cause genetiche: si pensa che questo processo si sviluppi poiché è strettamente correlata al cambio pelo distintivo dei mammiferi;
L’alterazione del rapporto ore luce/buio: alcuni esperti di tricologia credono che la modifica di questo rapporto porti ad uno sbilanciamento ormonale che causa la perdita;
Cause psicologiche e sociologiche: l’autunno è il periodo in cui si ritorna alla solita routine quotidiana dopo le vacanze estive, fatta di ritmi frenetici e caratterizzato dal ritorno al lavoro in città inquinate, in cui lo smog gioca una

Caduta di capelli da stress
Benché non esistano prove sperimentali di una relazione tra stress e caduta dei capelli, statisticamente molti soggetti dimostrano molte volte che una correlazione esiste. L’alopecia psicogena è un disturbo psicosomatico causato dall’affaticamento e da tensioni nervose. Differisce da altri tipi di alopecia come l’alopecia da tricotillomania che risulta essere un disturbo del comportamento (quindi un problema che ha cause di natura psicologica piuttosto che psicosomatica).
Alcuni recenti studi hanno evidenziato come l’organismo reagisce allo stress, implicando l’ipotalamo e l’ipofisi con conseguente rilascio di alcuni ormoni corticotropi che raggiungono, entrando in circolo, cellule responsabili della costituzione dei capelli: cheratinociti, fibroblasti e sebociti. In particolare questi ultimi sono strettamente correlati ad un’eccessiva produzione di sebo in eccesso durante l’alopecia da stress. Sebbene la relazione tra shock, ansia ed episodi di depressione non sia ancora stata dimostrata, la realtà quotidiana permette di osservare dei legami tra questi stati d’animo e l’alopecia. Infatti le tensioni nervose, siano esse collegate a cause esogene (esterne) o endogene (interna), si manifestano in maniera somatica dal nostro organismo, traducendosi in un diradamento accentuato.
I sintomi di questo disturbo si differenziano tra i due sessi. Nelle donne, in particolare, la perdita di capelli si manifesta con un diradamento diffuso su tutto il cuoio capelluto, soprattutto nell’area che collega l’attaccatura frontale al vertice della testa; negli uomini, invece, si assiste ad un fenomeno di diradamento generale, con la comparsa di stempiature che avanzano velocemente con l’aggravarsi delle cause scaturenti. Inoltre i sintomi dell’alopecia da stress sono difficilmente distinguibili da quelli dell’alopecia androgenetica, escludibile se non ci sono altri episodi nella storia genetica familiare. Così come la caduta di capelli da stress, anche l’alopecia seborroica si manifesta con una produzione eccessiva di sebo, rendendo difficile il riconoscimento di questo disturbo.
Per risolvere il problema dei capelli che cadono a causa dello stress è consigliato eliminare la fonte che causa tensioni. Se la causa dello stress è esterna bisogna trovare un modo per sottrarsi ad essa mentre, se la causa è esogena, rivolgersi ad uno psicoterapeuta potrebbe rivelarsi la soluzione migliore. Molte volte, però, non si riesce ad evitare l’origine dello stress e quindi questa soluzione potrebbe protrarsi nel tempo per mesi prima di constatare un effettivo miglioramento. Rivolgersi a dei professionisti, a questo punto, diventa una necessità  molto importante nel processo di diradamento e perdita.

 

Trackback from your site.